Hey!U – Il modo più semplice per “tenere d’occhio” la classe

Hey!U: un contributo alla didattica quotidiana

Gli insegnanti spesso non sono sicuri che il contenuto delle lezioni sia stato assimilato completamente. Molti studenti hanno difficoltà a porre domande – anche solo per una questione di timidezza – ed i dubbi, giorno dopo giorno, diventano vere e proprie lacune sempre più difficili da colmare. Hey!U rende l’interazione fra studenti e docenti più semplice.

hey!U è un piccolo schermo collegato tramite un braccio flessibile alla porta USB del computer o del device dello studente, grazie al quale il docente può avere un riscontro in tempo reale, con un’unica occhiata, del livello di attenzione e comprensione degli studenti: anche di quelli più timidi, che magari non alzerebbero la mano per dire ‘Non ho capito’.

hey!U permette al docente di vedere quale applicazione è usata da ogni singolo studente in quel momento: un semplice strumento di supervisione visiva che rende possibile far usare agli studenti i loro dispositivi in classe: computer, tablet e anche smartphone! hey!U funziona simultaneamente con dispositivi di vario tipo (Windows, MacOs, Android, iOS e ChromeOS) ed è quindi l’ideale per il BYOD. Non richiedendo nessuna configurazione particolare né un accesso alla rete scolastica o ad Internet, hey!U è veramente alla portata di tutti!
Qualche esempio delle funzioni di hey!U:

  COMPRENSIONE

gli studenti si possono esprimere in tempo reale se hanno capito un concetto/un argomento o se hanno compreso parzialmente, consentendo la risoluzione di dubbi.

  QUICK TEST

gli studenti selezionano la risposta che ritengono sia corretta.

  FREE TEXT COLOURS

gli studenti possono scrivere la risposta ad una domanda aperta. le stesse risposte saranno mostrate nello stesso colore.

  ESPRESSIONE

gli studenti possono esprimere facilmente la loro opinione su argomenti presentati dall’insegnante.

  APP DETECTOR

Gli insegnanti possono assicurarsi che gli studenti stiano utilizzando sempre l’applicazione corretta.



FacebookTwitterLinkedIn