Idee intelligenti

La corretta conservazione dei dispositivi elettronici nelle scuole

Nel bel mezzo della rivoluzione digitale, e in questo periodo di didattica a distanza, il tema dell’archiviazione fisica dei dispositivi è di grande attualità. La necessità di garantire ordine, pulizia di tablet e notebook e di poter contare su backup affidabili, rappresentano tra i motivi principali per cui le scuole necessitano di dotarsi di carrelli di archiviazione adeguati. 

Mantenere l’ordine

Uno spazio per riporre i dispositivi elettronici oltre a conservare correttamente il lavoro degli studenti, assicura che le apparecchiature non vadano perse e aiuta a mantenere ordine all’interno degli spazi comuni e delle aule. Cosa non da poco, dal momento che è provato che un ambiente più pulito e ordinato contribuisce a migliorare le prestazioni e le capacità di apprendimento. Se poi i carrelli per l’alloggiamento dei dispositivi sono anche dotati di sistemi intelligenti per la gestione dei cavi, come tasche apposite e clip di bloccaggio, l’ordine è garantito anche all’interno delle unità, che diventano spazi organizzati nel modo più efficiente. 

Ricaricare e sincronizzare

Avere uno spazio dedicato per lo stoccaggio dei dispositivi che al tempo stesso provveda anche alla ricarica e sincronizzazione degli stessi, significa evitare sprechi di tempo e poter usufruire sempre di apparecchiature pronte e funzionanti al meglio. Il massimo poi dell’efficienza è rappresentato da un sistema che permetta di programmare le fasi di ricarica nell’arco della settimana: suddividendole a intervalli regolari tra diversi gruppi di dispositivi si evitano sovraccarichi ai danni della rete elettrica.  

Sicurezza

Negli ultimi anni, il settore dell’istruzione è diventato più suscettibile alla minaccia di hacker dannosi, tanto che Campus Technology, una delle principali fonti di informazione sull’istruzione superiore, lo annovera tra i primi dieci settori più colpiti dagli hacker. 

Dopotutto non è difficile immaginare che nell’ambiente scolastico i rischi siano elevati: protocolli di sicurezza scadenti e un numero di utenti elevato che può introdurre inconsapevolmente malware nella rete, rendono il pericolo davvero elevato.  

Poter riporre i dispositivi in un vano chiuso a chiave in modo che possano essere distribuiti solo a chi deve usarli impedirà l’accesso non autorizzato, evitando di conseguenza il rischio di una violazione informatica

Le unità LapCabby sono in grado di garantire tutto ciò. Si tratta di moduli, carrelli e armadietti per l’alloggiamento dei dispositivi tutti caratterizzati da un’ottima qualità e da un’elevata resistenza, a prova anche di eventuali urti da parte degli alunni più piccoli e vivaci. L’ampia gamma di prodotti LapCabby è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza, anche in termini di spazio. 

FacebookTwitterLinkedIn